lunedì 18 febbraio 2013

Il movimento delle stelle



Qual dolce decreto?
Mi giungerà lieto, lieto
Tu oh governo!
Io che già sapevo
Qualcosa del medioevo
Ora conosco anche l’inferno

Sono la voce del popolo!
Dolce e piena come un grappolo
E furente…, tu oh governo!
Sei una iattura,
una ripugnante dittatura
Guardo il cielo e mi costerno

Siamo noi il movimento
Le stelle e il sentimento
Nostro è il sangue
Il paese, uno, due, tre…
Mi batte il cuore e il ventre
Continuo a contare, quattro, cinque

All’infinito

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog