mercoledì 6 marzo 2013

Fulmine

Tu che hai remato sulle onde,
sfidato le tempeste e la solitudine
e volato come una rondine, 
dalle emozioni vere e profonde

Di vita e d’amore sei colmo
per sussurrare  la guerriera parola,
che rimarrà una ed una sola
Per ogni grand’uomo

Darai avvio ad una perenne primavera,
dai colori intensi e  musiche sibilline
Con tutte le cure e le semine,
che faranno rinascere la tua anima fiera.

Sarai tu perciò quel messaggero,
che arriverà come un fulmine,
la cui luce non avrà fine...
Tu quell’audace guerriero

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog