giovedì 3 ottobre 2013

I sepolcri del mare


I sepolcri del mare

Il parto funebre
All'alba
arriva
L’orrore è sulla riva
La morte e le tenebre
 
All'alba si muore…
Tra le fiamme dell’abbandono
le speranze si perdono…
Finalmente un po’ di clamore

Sento angeli ebbri
Non più tra di noi
Parlare degli avvoltoi
E del mar e dei suoi sepolcri

Raccontano tragedie inaudite
Naufraghi che supplicano il mare
Gli cantano ogni poesia che lo possa domare
Purché risparmi le loro povere vite

O mar altero!
Donaci una terra florida,
e un animo pietoso e impavido
E non un mesto cimitero…

In fondo tu o mare!
Ci culli, culli
Siamo noi i tuoi fanciulli
Com’è bello morire nel mare!


Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog