domenica 24 novembre 2013

J’accuse del 24/11/13 sul riavvicinamento dell’Iran all’Occidente.


J’accuse del 24/11/13 sul riavvicinamento dell’Iran all’Occidente.

L’accordo sul programma nucleare con la Repubblica Iraniana è un grande risultato del paziente, saggio e duro lavoro del presidente Obama e della diplomazia di quei paesi che vogliono evitare al mondo un’ennesima guerra in Medio – oriente per compiacere gli estremisti sionisti israeliani che mirano a destabilizzare il mondo arabo e islamico, pur di assicurare, con le armi e senza nessuna prospettiva politica ragionevole l’esistenza dello Stato d’Israel. A mio modesto avviso , l’America democratica, quando è guidata da presidenti come Kennedy, Clinton o Obama, è un’America coerente con la sua storia e con i suoi ideali democratici che ne hanno fatto un grande paese amato e modello sociale, culturale, economico e politico. Quando essa invece cade nelle mani degli estremisti repubblicani quali i Bush o chi li ha preceduti, erra e fa pesare ciò sulla storia e sulla pelle degli americani. Ed oggi io che sono per nulla pro-persiano credo sia un grande risultato l’accordo sul nucleare iraniano. Gli arabi sunniti hanno paura dell’Iran e spingono anche loro l’America a fermare Tehran. La spingono alla guerra? La Siria ne è una triste conseguenza. Il sogno di un grande Medio-oriente democratico e ed in armonia potrebbe sempre realizzarsi se verranno emarginati e direi neutralizzati le forze estremiste sia sionisti sia quelle minoritarie di Al Qaeda che seminano terrore e odio laddove giungono, e potrebbero essere sconfitti con l’audacia di iniziative pacifiche, del riconoscimento reciproco al diritto all'esistenza e alla dignità, principi tra l’altro antichi e portanti delle tre religioni monoteiste: Ebraismo, cristianesimo e Islam. Le tre religioni dei popoli del mediterraneo. Obama, hai fatto la cosa giusta.


Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog