sabato 23 novembre 2013

Kennedy, fiamma eterna




Ricordo mai liso
Di un uomo ucciso
Ma sempre vivo
Cos’è ne sarebbe…?
Se fossero finite le stagioni acerbe?
E il tuo sogno fosse rimasto vivo

Invece sono prevalsi gli orchi
Con i loro piani sporchi
La torre, la torre o mio presidente!
È caduta nelle loro mani
E da allora assistiamo a tragedie immani
Ma il tuo sogno rimane ardente

Vorrei ricordare il tuo sorriso felice
Lo  sguardo lungimirante e il gesto semplice
Ma l’uomo rimane artefice artefice
D’ogni rivoluzione epocale
A te alzo ogni preghiera e boccale
E dipingo del tuo sogno la sbiadita vernice





Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog