venerdì 13 dicembre 2013

Apostasia




Sento una nuova apostasia
Verso lo Stato e la tirannia
Ne abbiamo abbastanza
Di pagine tristi e sporche
Di servizi e di cosche
E di tanta disuguaglianza

La gente, la gente…
Ogni sdegno si sente
I picconi e le forche
Tutti, tutti ad urlare
Vogliamo cancellare
Le vostre anime porche

Sento una toccante poesia
Piena di vita e di malinconia
Canta il dolore di un sogno rubato
La mia vita e gli anni migliori
I miei sogni e i miei amori
O popolo finalmente sollevato?

1 commento:

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog