lunedì 27 gennaio 2014

J’accuse del 27/01/14 su tutti gli olocausti.




E’ orribile essere eliminati o  perseguitati per quello che si è.
Nella storia dell’umanità ci sono stati diversi olocausti. Quello degli ebrei è uno dei più atroci.
Immagino il dolore e la sofferenza provata da quelle creature mentre venivano condotte ai lager dove sono stai eliminati. Mi domando del perché di cosi tanto orrore? Quale squilibrio, quale pazzia potevano portare a quel massacro? Eppure quel sistema spietato e disumano che era insito nel fascismo e nel nazismo era nato come una risposta contro le corresponsabili, velleitarie e ridicole “democrazie occidentali”, potenze coloniali di allora, le quali avevano fatto di tutto dopo il primo conflitto mondiale per assoggettare la Germania ( e l’Italia) e umiliarle. In Europa occidentale nel ventennio tra le due guerre si era creato uno squilibrio. Si pensava che la Germania avrebbe accettato il pagamento dei danni di guerra e le umiliazioni previste dai trattati di Versailles. Qualunque controllo militare sul suolo tedesco non avrebbe fermato quell’orco che era il nazionalsocialismo e il suo inventore Adolf Hitler. Invece, se i politici europei di allora fossero stati lungimiranti, avrebbero evitato al mondo e agli ebrei, zingari, russi e tutti gli altri popoli altri spargimenti di sangue. Si doveva costruire dopo la prima guerra mondiale, quell’Europa giusta e cooperativa, che qualcuno già sognava allora: la comunità dei popoli europei, senza rancori e senza odi e revanscismi tra di loro. L’hanno capito gli americani che sono intervenuti col loro peso militare ed economico, facendo vincere nuovamente le democrazie occidentali contro i due fascismi e il Giappone. E li, alla conclusione del secondo conflitto mondiale, Washington impose la fondazione dello “spazio comune europeo”, che oggi si chiama, dopo decenni di evoluzione politica, Unione Europea. Sappiamo oggi quante difficoltà comporta la costruzione delle istituzioni europee. E’ un’Europa difficile questa e rischia il ritorno a quei contesti prebellici, con una Germania tornata ad essere la prima potenza europea.
Un sentito omaggio a tutti i caduti di tutte le etnie e le nazionalità, senza strumentazioni politiche.

Non fate al prossimo ciò che non volete che venga fatto a voi..." . Uno dei dieci comandamenti. La storia è corso e ricorso. Ci sono molte strumentalizzazioni. Purtroppo. Abbiamo oggi tanti altri cristi che subiscono ciò che hanno subito gli ebrei. . Vittime e carnefici.

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog