martedì 28 gennaio 2014

J’accuse del 28/01/14 sulla Nakba palestinese




Che cosa significa la Nakba in lingua araba?

Semplicemente è Calamità. Perdita della propria terra, rubata, occupata da chi è venuto da lontano, ubriaco di religione, di violenza e di odio. Tra le tristi conseguenze della seconda guerra mondiale c’è questo capitolo nero della cacciata del popolo palestinese ad opera delle organizzazioni terroristiche ebree, aiutate, o ignorate, dai colonialisti inglesi e francesi. Ebbene, i palestinesi, gli arabi e i mussulmani pagano ancora un caro prezzo per colpa di una scelta non condivisa. Tante guerre sono state fatte in vano e tante altre si prospettano davanti a noi, purtroppo. ciò si riflette nella paura costante degli israeliani degli arabo-mussulmani e di qualunque tentativo Che cosa significa la Nakba in lingua araba?

Semplicemente è Calamità. Perdita della sua terra, rubata, occupata da chi è venuto da lontano, ubriaco di religione, violenza e di odio. Tra le tristi conseguenze della seconda guerra mondiale c’è questo capitolo nero della cacciata del popolo palestinese ad opera delle organizzazioni terroristiche ebree, aiutate, o ignorate, dai colonialisti inglesi e francesi. Ebbene, i palestinesi, gli arabi e i mussulmani pagano ancora un caro prezzo per colpa di una scelta non condivisa. Tante guerre sono state fatte in vano e tante altre si prospettano davanti a noi, purtroppo. ciò si riflette nella paura costante degli israeliani degli arabo-mussulmani e di qualunque tentativo di dotarli di armamenti che rovescino gli squilibri esistenti.  Ma la domanda che si pone: può uno Stato imporsi con la forza a tutti i suoi vicini e causarne le calamità? Le Nakba al plurale. E’ assurdo.Gli arabi, mussulmani, cristiani ed ebrei potevano convivere benissimo assieme sin dal 1948, dando un grande esempio di civiltà e di convivenza, ma purtroppo così non fu. Una colpa duplice però ce l’hanno i francesi, gli inglesi e dopo gli americani che hanno appoggiato la nascita dello Stato ebraico e che tuttora continuano i loro esperimenti politici destabilizzanti in medio – oriente. 
A- la prima colpa è quella dei francesi, inglesi che non hanno previsto tutti gli avvenimenti sia interni che internazionali che hanno dato luogo alla seconda guerra mondiale, perché la mano di Hitler poteva essere disarmata, molto tempo prima che egli riuscisse a riarmare la Germania e quindi a scatenare tutto quella forza distruttiva su tutti i popoli, e soprattutto sugli stessi ebrei.
B- L'aver dato nascita, o appoggiato la costituzione di uno Stato ebraico su delle terre che non erano degli ebrei e senza il consenso degli arabi, il quale non ci sarebbe mai stato, aveva dato luogo ad una tensione permanente che genera a non finire.

Con la forza no si ottiene mai nulla. Perché sarà sempre la forza a togliere ciò che la violenza ha 
riavvicinamento.html di dotarli di armamenti che rovescino gli squilibri esistenti.  Ma la domanda che si pone: può uno Stato imporsi con la forza a tutti i suoi vicini e causarne le calamità. Le Nakba. E’ assurdo.Gli arabi, mussulmani, cristiani e ebrei potevano convivere benissimo assieme sin dal 1948, dando un grande esempio di civiltà e di convivenza, ma purtroppo così non fu. Una colpa duplice però ce l’hanno i francesi, gli inglesi e dopo gli americani che hanno appoggiato la nascita dello Stato ebraico e che tuttora continuano i loro esperimenti politici destabilizzanti in medio – oriente. 
A- la prima colpa è quella dei francesi , inglesi che non hanno previsto tutti gli avvenimenti sia interni che internazionali che hanno dato luogo alla seconda guerra mondiale, perché la mano di Hitler poteva essere disarmata, molto tempo prima che egli riuscisse a riarmare la Germania e quindi a scatenare tutto quella forza distruttiva su tutti i popoli, e soprattutto sugli stessi ebrei.
B- L'aver dato nascita, o appoggiato la costituzione di uno Stato ebraico su delle terre che non erano degli ebrei e senza il consenso degli arabi, il quale non ci sarebbe mai stato, aveva dato luogo ad una tensione permanente che genera guerre a non finire.

Con la forza non si ottiene mai nulla. Perché sarà sempre la forza a togliere ciò che la violenza ha 
strappato.

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog