lunedì 20 gennaio 2014

J'accuse sull'ascesa della Germania e le delusioni dell'Euro



Mi rammarica sempre il fatto di sentirci quasi quasi truffati.

Qualcuno aveva detto a suo tempo molto opportunamente: "eurovinati" cioè: rovinati dall'Euro. Purtroppo è cosi alla luce di quello che sta avvenendo in Europa da qualche tempo.. E credo la responsabilità se la prendono tutta coloro che l'hanno promosso male e introdotto senza gli opportuni controlli. Certo erano mossi da grandi ideali: unificare l'Europa e fermare le guerre. Ma non era cosi nella mente diabolica di coloro che ci hanno speculato sopra. Quando studiavo all'Università di Roma La Sapienza durante gli anni novanta. I nostri professori erano perfino entusiasti e ci dicevano che lo scopo della creazione di uno spazio monetario comune era l'aumento della crescita, del benessere economico dei popoli europei. E soprattutto mi ricordo bene bene bene : la diminuzione dei prezzi  delle merci per via della disponibilità dei beni e della  concorrenza che si sarebbero innescate. Non è avvenuto così. Oggi assistiamo a dei scenari drammatici e a dir poco squallidi. Dov'è l'Europa che ci hanno promesso e che abbiamo sognato? Il benessere economico? L'Euro come moneta è una vera e proprio disastro, oserei dire una truffa a danno dei cittadini europei. Nel frattempo, Il nostro potere di acquisto si è dimezzato. Siamo sempre più poveri. E la Germania? Siamo di fronte ad un dispotismo economico delle banche e dei grandi poteri finanziari
? E' grossa la parola. Ma la Merkel è insensibile alle sofferenze degli europei e vedo in lei quella freddezza e quel cinismo tipico delle ideologie totalitarie. Peccato. Tutto questo avviene in una fase in cui gli Stati Uniti d'America che hanno garantito per l'Europa per decenni, stanno a loro volta in profonda crisi e pare abbiano abbandonato il vecchio continente al suo triste destino.

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog