domenica 20 aprile 2014

Apollo e il pescatore


Apollo e il pescatore

Guardami o apollo!
tu che mi giungi al tracollo
Come un dio morente e ferito
In un mondo smarrito…

Ti guardo e mi dico,
Accarezzarti è fantastico
Tu sei uomo e dio
Memoria, scienza e oblio

Tu sei il sole che risorge
L’oriente e l’occidente e il doge
Apollo, Apollo il sole…
È nelle mie mani ed è incantevole

Sentirti ora, vederti io…
Toccarti, sognarti tu dio!
Le mie mani tremano, tremano
Qual bel destino è umano?

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog