martedì 13 maggio 2014

Movimento

Io che sogno la quiete
Vorrei toccare altre mete
Vorrei essere il movimento
e generare le rivoluzioni
i sogni e le risurrezioni
Perché ora mi lamento?
 
La mia patria è defunta?
Ma la mia anima ma raggiunta
E’ viva e lotta…
Guarda il cielo ed ogni vista…
L’ammaglia e la rattrista
Come il cuore di un patriota

Io il poeta inquieto
Ora felice e lieto
Ora ribelle e indignato
Quanto vorrei che sia lineare!

Quanto vorrei muovere e creare

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog