domenica 17 agosto 2014

Riflessione del giorno sulla crisi irachena:



I mali dell'Iraq derivano proprio da quella decisione azzardata e parziale che lo Statista Bush ha preso. Tutti oggi riconoscono che è stata una decisione sbagliata.
Essa ha comportato milioni di morti, milioni di mutilati, milioni di stupri mai puniti. E la più grande vergogna è stata che i musei dell'Iraq e i suoi palazzi vennero saccheggiati proprio da quei marines che dovevano liberarlo dalla dittatura di Saddam. Oggi in Iraq regna il Caos e il terrore delle bande islamiche ed etniche che lo controllano. L'America d'Obama non vuole coinvolgersi in un'altra guerra senza fine, un altro Vietnam. Mentre il signor Statista Bush si gode la sua pensione d'oro nel ricco e wild Texas.

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog