martedì 18 novembre 2014

Dolce Genova


Dolce dolce Genova
Hai subito un’altra prova!
E sembra così vana
Nell’italico teatro…
Vedo in te ogni disastro!
Che allegoria è l’acqua piovana!

E i fiumi seppelliti, 
straripano ora inferociti
Non distinguono tra i vivi e i morti
Mangiano le strade e le colline
O Genova, sarà  la fine!
I fiumi , i fiumi dei sepolti

Vedo un’immagine che appare
Vedo riaffiorare le bare,
Galleggiano portati via…
I morti si muovono
I tuoi cieli piovono
E i vivi non hanno nessuna poesia!

2 commenti:

  1. poesie di esperta mano,di mente aperta giuste di emozione e di autore pronto all'amore.
    Buona nottata,caro amico.Eutukìa sempre

    RispondiElimina
  2. Grazie di cuore amico e fine filosofo e poeta :)

    RispondiElimina

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog