martedì 11 novembre 2014

J’accuse del 11/11/14 Sulla Caduta e la rinascita della Germania: Europa e nuove sfide






La caduta del Muro di Berlino viene celebrata senza che venisse capita
 bene a mio modesto avviso, la portata di quest'evento. Tra le altre conseguenze sfavorevoli all'Europa e al mondo intero! La Germania si è così riunificata, ma essa dopo un quarto di secolo è tornata ad essere un problema  per gli europei: direi per chi non ha capito quello che voglio dire, essa è tornata a dettare leggi con un Cancelliere come la Merkel tutta decisa a mettere gli interessi della Germania al di sopra di qualunque interesse generale e al di sopra, soprattutto delle sofferenze e della povertà patite dalle classi lavoratrici e dalle classi medie di mezz'Europa. Anche va detto, ad esempi, che  il debito italiano non è altro che  il risultato delle gestioni, degli sperperi e delle truffe commesse a danno del popolo italiano, da parte delle sue classi dirigenti e dei partiti che lo hanno governato dal secondo dopo guerra ad oggi, e ovviamente la Germania non c'entra niente in ciò. Questo è un altro tema e va affrontato denunciando  gli abusi di potere, le compromissioni e le colpe di chi ha governato questo paese e si è arricchito a dismisura. E qui mi riferisco bene a coloro che continuano a pensare di fregare il prossimo ora con il patto d'acciaio, ora con il patto di Nerone ed ora col patto del Nazzareno.
La Germania, amici, è un problema sia nella guerra che nella pace. Gli americani lo sanno bene ed è per questo che hanno delegato a quest'ultima, oggi alleata, la guida di un continente che in qualche modo trovano vecchio, corrotto e disinteressante, dopo 61 anni dalla sua liberazione dalle dittature nazi-fascista . Oggi però corrono, ahimè, altri tempi bui con altre esigenze, imperativi, sfide in un contesto internazionale complesso e difficile. In questa triste cornice, le celebrazioni della Caduta del muro di Berlino ci appaiono quasi insignificanti, quasi quasi non hanno più senso, dopo le delusioni, gli inganni e direi l'involuzione che ha preso l'Europa e il mondo in questi ultimi anni. E' solamente una retorica che sa di basso e d'infausto.

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog