martedì 25 novembre 2014

J’accuse sulle vittorie elettorali di Renzi e Salvini


 
Renzi ha parlato della quarta o quinta vittoria elettorale e ha ironizzato dicendo: “ non vorrei mettere le bandiere su tutte le regioni conquistate!”. Ha riso e gesticolato in modo soddisfatto.
Che bella soddisfazione è la sua. La gente lo continua a votare. Le sue scelte politiche e riforme in cantiere hanno fatto effetto sulla sua gente. Ma una domanda si pone? E’ gente di sinistra che lo vota? Gente operaia e vittima della crisi economica. Anzi delle crisi? Anzi, Renzi è il rappresentante degli interessi squisitamente capitalistici, bancari e finanziari. Insomma, proprio di quella gente che l’ha portato al governo di questo paese. Che bella orgia è la loro! Hanno portato la gente a disinteressarsi della politica, a schifarsi di chi la rappresenta. E’ una orgia anche nel senso che non si capisce più che cos'è la destra e che cos’è la sinistra? In questo fosco quadro il segretario della Lega canta vittoria e passa alla sfida di Renzi. Che bella coppia! E che bel duello! Salvini, hai imparato bene dalla tua amica Marie Le Pen! Ma il cavallo della xenofobia e del razzismo che predichi non ti porterà molto lontano. Il tuo partito, ricordatelo:  aveva il Trota che "stramagnava" e aveva dei conti all’estero, fatti dai soldi dei finanziamenti pubblici che i dirigenti del tuo partito usavano come volevano. Ora ci vieni tu a parlare di moralità e di ordine e sicurezza! Appunto la sicurezza è un tema importante in questo paese, se si cominciasse dalle mafie grosse, dal pulire la vita pubblica dai corrotti e soprattutto dal cominciare ad edificare una società giusta e fedele all’immagine della costituzione italiana. Tra i perdenti di quest’ultime tornate elettorali figura il M5S. Se Renzi avanza, non si può parlare di un quadro immutato o che non è successo nulla. Basta, occorre cambiare strategie.

Ma questo è un altro tema a cui vorrei dedicare uno sforzo intellettivo adeguato. Bisogna trovare il cavallo di troia che vinca il PD. Per ora esso non esiste.

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog