sabato 13 dicembre 2014

Dolce Tunisia

Tunisia, Tunisia, Tunisia…
È giunta l’ora della liberazione!
Il coraggio è stato il frutto della magia
e il miracolo della Rivoluzione

E il grande risorgimento
da tanto atteso con passione
E’ durato tanto l’addormentamento
e il reagire è stata l’unica soluzione

Mia dolce e ferita Tunisia!
di te oggi non mi burlo
più, più… mai più tirannia!
Con te oggi piango e urlo

Di gioia perché i forni
Sono ormai nostri e la terra,
e l’acqua, il sale e i cieli adorni
della tua bandiera che ciascuno afferra

Del tuo furore e del tuo nome,
che fa Pulsare il cuore a noi
Come non sentirti, non amarti come?
Io bacio la mano di ogni tuo eroi.

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog