mercoledì 3 dicembre 2014

Mio dolce destino


Se il cielo fosse meno inclemente
Se il destino fosse meno intransigente
Avrei, avrei, avrei…
Avuto ciò che ho sognato
Ah, mio destino amato e odiato
Quanto mi sento tra i rei!

Mi domando chi mi è alleato…
Oggi nell’immenso creato?
Mio dolce, amaro oggi
Tu ed io e l’universo
E il mio sentire intenso
Tu che mi fuggi, fuggi…

Tu che amo da morire…tu!
A te ho relegato la mia gioventù
Quanto vorrei che tu fossi!
Clemente e diverso
Soave ed immenso

In mari meno tempestosi e mossi

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog