sabato 28 febbraio 2015

J’accuse sul mancato riconoscimento della Palestina indipendente da parte del parlamento italiano. Il coraggio del M5S- Alessandro Di battista




E’  stata una grande occasione mancata  quella della giornata di Venerdì da parte della maggioranza parlamentare che sostiene il governo Renzi. Direi un grande fallimento della politica estera italiana verso gli arabi e i palestinesi. Difatti la mozione presentata dal M5S a favore di un riconoscimento pieno della sovranità palestinese è stata per così dire bocciata dal tatticismo e dalla falsità della maggioranza parlamentare: invece d’essere chiari e coerenti con la storia politica di questo paese che aveva da sempre riconosciuto il diritto dei palestinesi all’autodeterminazione, mantenendo il riconoscimento della Palestina. Il governo si dichiara favorevole, ma la maggioranza è divisa alla Camera. Che peccato! Nel  giorno in cui l’aula di Montecitorio è chiamata a votare, Partito Democratico e Nuovo Centrodestra hanno presentato due documenti diversi: la mozione Area popolare e Ncd non prevedeva espressamente il riconoscimento, a differenza di quella del Pd che era invece esplicita. Ed entrambe sono state approvate a  Montecitorio: 237 sì e 84 no per la prima, 300 favorevoli e 45 contrari per la seconda. Insomma Renzi, come il suo predecessore Berlusconi, si schierano con lo Stato ebraico. Purtroppo non hanno la sensibilità e l’intelligenza politica, e direi nemmeno l’autorevolezza internazionale di alzare la voce e dire basta a chi uccide, opprime e bombarda i palestinesi ogni giorno del signore. Vanno salutati il coraggio e l’intelligenza politica del M5S, nella persona di Alessandro Di Battista: non ci può essere pace nella regione medio-orientale senza una soluzione equa e definitiva del problema palestinese. Finalmente in Italia qualcuno ha capito questa cosa.

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog