venerdì 17 aprile 2015

J’accuse del 17/ 04/15 sulla strumentalizzazione della notizia e sull’intolleranza razziale e religiosa.



Tra i più grandi detti di Nietzsche uno che mi sta particolarmente a cuore. Egli disse: le storie non ci giungono mai così come sono accadute, mai vengono spesso alterate e modificate da chi le ha sentite e narrate prima di noi…” Direi mutuando anche storie con  le notizie che ogni dì ci giungono attraverso i mass media e i racconti delle persone. Ne discende da  quello che abbiamo appena detto che la verità, amici miei, è la prima a cadere vittima a volto dell’odio, a volte dell’inganno, e a volte della follia degli uomini…, Friedrich Nietzsche, eminente filosofo e intellettuale del suo tempo  ne era ben consapevole. Sapeva che il suo genio era incompreso e talvolta incomprensibile. Sapeva che la gente del suo tempo non l’avrebbe mai capito e ciò accentuava la sua solitudine. Se tornasse oggi tra di noi e vedrebbe tutto quello che succede nel mondo, egli rimarrebbe esterrefatto: il mondo è pazzo! Direbbe. Egli pensando alla triste vicenda di quel peschereccio, secondo il racconto fatto, si domanderebbe subito se è la verità dei fatti o no? E’ vero che gli immigrati di religione islamica avessero buttato  i loro compagni di viaggio di religione cristiana nel mare? O  il racconto è stato alterato ? Ci è giunta a noi la verità o solo dei  frammenti della verità? Ad ogni mondo è una violenza disumana e condannabile senza se né ma…Alla magistratura italiana toccherà di indagare per giungere alla verità. Ma una cosa mi preme dire: a voi mercanti dell’odio razziale, a voi estremisti nostalgici delle ideologie sconfitte, a voi giornalisti e giornali ciarlatani e adulatore della menzogna e del caos, a voi politicanti  senza ideali né morale: siete pazzi, siete la vergogna dell’umanità.


Grazie Nietzsche 

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog