mercoledì 2 settembre 2015

J’accuse del 02/09/15 sull'olocausto del popolo siriano



Oggi un autorevole esponente del governo israeliano ha proposto al suo governo l’accoglienza dei profughi siriani che fuggono dalla guerra civile. Egli ha detto testualmente che tale iniziativa andrebbe a favore dello stato ebraico e che questi stessi profughi siriani alla fine diventerebbero, come egli stesso ha detto: “ degli ambasciatori del suo paese nel mondo arabo” . L’ennesima prova della "bontà" dello stato d’Israel ! Da una parte si negano i diritti ai palestinesi e si torturano i loro bambini che manifestano contro il suo regime militare e poliziesco, e dall'altra si pensa di tendere una carota, magari avvelenata, ai  poveri disgraziati siriani. In questo drammatico momento  questa proposta ha un duplice effetto elettroshock, direi :
Da una parte getta vergogna sugli arabi e ci fa capire quanto sono divisi e incapaci di risolvere i problemi dei loro cittadini e della loro civiltà decadente, e qui mi rivolgo a quegli stati ricchi che sono alla base della tragedia siriana, e dall’altra ci fa riflettere sulle buone iniziative volte ad alleggerire la sofferenza del popolo siriano, e non,  e anche quelle provenienti dallo  stato ebraico. Gli ebrei sono e devono essere i primi a capire la tragedie dello sterminio e della diaspora…, Se i mussulmani vengono uccisi per mano dei loro fratelli mussulmani…, la religione non c’entra nulla,  anzi quando è interpretata in questo modo urlando Allah akhbar in modo criminale per uccidere che è diverso da noi, allora essa diventa  un’arma a doppio taglio. Uno strumento in mano ai fanatici e ai criminali.  Nessuno è autorizzato a togliere la vita al suo simile. La vita è cara ad Allah o  Dio. E' la stessa cosa. Gli uomini sono nati uguali in diritto e in onore, sono le leggi malvagie e l’inciviltà degli uomini a farli schiavizzare e decadere.

Se la proposta dell’esponente israeliano non ha propositi che mirano a fruttare l’olocausto siriano, ben vengano le sue idee umanitarie. E’ un esempio vergognoso per quegli arabi  ricchi e responsabili della stessa tragedia.

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog