lunedì 11 gennaio 2016

La chiave

La chiave
Vorrei che il nostro spazio spaziasse
all'infinito, senza limiti
verso vette alte alte e mai basse
e giardini vedi, profumati e fioriti
Vorrei che l'infinito sia una parola
sia in uno sguardo profondo
come l'eternità in un secondo
Come la mia anima gaia e sola...
Vorrei che le parole siano dei gesti...
d'amore e che ciascuno abbia...
diritto alla vita come un granello di sabbia
Vorrei che i miei giorni non fossero mesti
Vorrei dormire in un sonno soave,
svegliarmi libero e felice...
e smettere di vedere il mondo infelice!
Vorrei inventare questa nuova chiave...

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog