lunedì 25 gennaio 2016

San Lorenzo, il folle delle rose

San Lorenzo, il folle delle rose

Qual dolce corrispondenza!
Risveglierà ora la mia esistenza…
Non sono io la stella vissuta?
Amante e amata
Birichina e cantata 
Come una stella mai caduta

Qual poesia risveglierà quel ragazzo?
Appassionato e sognatore, di San Lorenzo
Le sue vie ricordano ancora quel folle delle rose…
Qual'alchimia mi riporterà a via dei Marsi?
A quei giorni d’amore mai arsi
Dal tempo come stelle amorose

Qual magica sinfonia!
Ti farà ritornare a me o stella mia!
Qual'amore ti ha rapita?
E ti ha dissolta, dissolta…
Poi all'improvviso ti ha ricomposta
Ora ancor più bella e ardita

San Lorenzo è ancora testimone
Come ogni stella dell’Orione
E gli occhi innamorati della luna
Che bello scambio epistolare!
Lo vedi, lo vedi quel focolare?
Il tuo amore assomiglia ad una duna…

Sempre fuggente, come l'attimo
qual corrispondenza, dissolverà quest'incantesimo?
Una rosa, però,  mi è rimasta...
Ancora viva e fiammante
Essa attende il giorno del suo amante
Nessun'amore ora le basta




Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog