venerdì 8 luglio 2016

J’Accuse sulla violenza razziale nel mondo- Caso del nigeriano Nadi.





Si dice : gli uomini nascono uguali, in dignità, in diritti, in onore, a prescindere dal colore della lor pelle, della loro etnia, delle loro credenze religiose e politiche, della loro estrazione sociale…” Insomma che bel e grande principio, enunciato prima dai profeti, poi dai filosofi e poi dopo tanti secoli di lotte sociali e politiche adottato nelle grandi costituzioni dei paesi democratici.  Ora se riflettiamo bene su questo principio quanto c’è di democratico e di non democratico nelle nostre società? Noi paesi baluardo della democrazia, ci rendiamo conto della drammaticità dei fatti sociali che ci circondano e delle disuguaglianze che infestano le nostre realtà, solo quando ci giungono storie come quella del povero nigeriano fuggito dal Nigeria e dai terroristi di BocoHaram per trovare un po’ di pace e di dignità in quest’Occidente immorale, egoista e contradditorio. Quella di Emmanuel Chidi Nadi è una storia significativa e drammatica.  Sapete che cosa significa Boco Haram? Ebbene quest'espressione significa "l’occidente + il peccato!" Cioè che il peccato e l’Occidente per questi fanatici sono la stessa cosa. Loro non distinguono tra chi è innocente e chi non lo è, tra chi è puro e chi lo è. Loro, assassini uccidono in nome della loro maledetta ideologia retrograda. Il signor Nadi era fuggito da questa persecuzione per realizzare il suo sogno di trovare la pace e il lavoro  in Italia. Quello che cercano oggi disperatamente gli stessi italiani. Peccato davvero! Era fuggito paradossalmente da un peccato all'altro, per riassumere così la sua vicenda. Egli non voleva che la sua donna venisse chiamata da un cretino maleducato una scimmia; ed ecco la sua reazione a sua difesa. Nadi fu ucciso da uno spietato razzista assassino per non aver accettato d’essere discriminato e umiliato. Nadi è un eroe. E' un martire dell'umanità. Questo drammatico caso, però, ci fa riflettere molto. Gli uomini sono davvero uguali? Perché le nostre Costituzioni e leggi sono abbellite da tanti bei principi d’uguaglianza e di libertà, mentre le nostre realtà sono infestate di conflitti sociali e di contraddizioni. L’uccisione a sfondo razzista a Dallas del giovane afroamericano da parte della polizia locale rappresenta ancora una conferma di quello che abbiamo detto: l'uguaglianza degli uomini è una pura utopia. il compito delle nostre società, quindi, e di tutte le nostre Istituzioni, è quello di educare gli uomini al rispetto reciproco, alla convivenza e alla tolleranza. Quando scoppiano, tuttavia, fatti come quello di Nadi, i politici si affrettano a strumentalizzare il fatto e a fare le loro belle e menzognere dichiarazioni. Patetico! Obama, potrebbe fare di più per tutelare i più poveri e la gente di colore? Egli è molto bravo a fare discorsi retorici. Ma nei fatti l'America e il mondo sono peggiorati durante i suoi mandati. L’America non cambia, l’Italia non cambia, il mondo non cambia. Tutto precipita sotto i nostri occhi. Questo stesso cammino educativo è lungo come la storia del mondo. Tocca a noi cittadini dare il buon esempio, sempre.

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog