mercoledì 2 novembre 2016

Selwano

Selwano

Selwano mio dolce Selwano…
Come sei vicino e lontano
Ai vivi e ai morti,
si direbbe che ogni vento è pregno,
dei tuoi ricordi mai sepolti
Si direbbe che ogni tua tomba ha un segno…

Gialla, bianca, lucente e bella
Ogni tua tomba sembra una stella
Ed io ti decanto come una colomba,
ammirando le tue sorridenti colline
Sarà mai dolore e solitudine?
La fine è arcana, oh colline!

Di te è geloso ogni Verano
Oh mio dolce giardino così lontano!
I tuoi sepolti sono cari e eterni…
Come ogni lontano passato
Com’è il Verano è adornato!

Com’è Selwano è così amato…


Poesia dedicata a mio Padre

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog