giovedì 16 febbraio 2017

J’Accuse del 16/02/2017 sulla cosiddetta “cabina di regia antirivoluzionaria” Parla il presidente della Tunisia Mohamed Marzouki. Primavera araba o Vulcano arabo?


J’Accuse del 16/02/2017 sulla cosiddetta “cabina di regia" antirivoluzionaria” Parla il presidente della Tunisia  Mohamed Marzouki.   Primavera araba o Vulcano arabo?

In un’intervista concessa in Sudan, Il Presidente Marzouki accusa apertamente quella che ha chiamato  “ La cabina di regia” che ha fatto abortire le rivoluzioni arabe e fatto tornare i militari e i terroristi al potere in Egitto, Yemen, Libia e Siria.
Ma Egli ammonisce: siamo all’inizio. La rivoluzione continua….
Durante il suo discorso in un simposio tenutosi a Khartoum per discutere degli sviluoppi della  "Primavera araba", L'ex presidente tunisino Marzouki ha detto che  "le rivoluzioni sono rimaste incompiute, sia per colpa di fattori interni (colpi di stato e complotti), sia a causa delle ingerenze internazionali e di quella che ha definito una “ cabina di regia” internazionale, che non aveva risparmiato nulla per far abortire tali rivoluzioni, concedendo un ampio "finanziamento alle contro-rivoluzioni in Siria, Libia e Yemen, appiccandovi delle immani e atroci guerre religiose e civili."
L’ex presidente della Tunisia ha detto anche che "coloro che hanno fatto queste rivoluzioni non sono stati né islamisti, né i partiti di sinistra, - le ideologie non c’entrano! Ma la gente comune che ha rotto il muro del silenzio e sfilato per le strade(...). Gli islamisti non hanno contribuito in nessun modo; e le masse si sono sollevate spontaneamente: i protagonisti erano dei lavoratori, dei giovani universitari e soprattutto i disoccupati e i poveri.
Inoltre, sulla rivoluzione tunisina Marzouki ha detto che era " un mezzo successo”; perché è stato sventato il tentativo della “Cabina di regia controrivoluzionaria” che voleva inondare la Tunisia nel sangue. Così il paese riuscì ad avere con tutte le difficoltà una transizione pacifica, democratica, mentre c'erano persone che “dicevano che erano pronte a pagare 20 mila uomini per rimuovere gli islamisti dal potere."Egli si rammarica quando dice: “la vecchia guardia è riuscita a ritornare al potere attraverso le urne”. Ma l’essenziale è che la maledetta “cabina di Regia”, ha aggiunto Marzouki, non è riuscita a trascinarci nella guerra civile, così come è accaduto in Siria, Yemen e Libia ed Egitto.
Marzouki ha sottolineato come " l’attaccamento al potere sia stato alla base delle guerre civili in Egitto, Yemen, Siria e Libia e che Le rivoluzioni arabe sono ancora al loro inizio, e non alla fine come qualcuno auspica.
Marzoukisi è dispiaciuto che l’espressione "primavera araba" sia " un concetto occidentale perché la rivoluzione francese scoppiò in primavera, così come la rivoluzione in Cecoslovacchia", aggiungendo che la descrizione più accurata è "vulcano arabo o terremoto arabo".
Egli ha anche contestato la descrizione di alcune delle rivolte arabe come "industria occidentale", dicendo che "l'Occidente non vuole che vengano sconvolti i suoi interessi economici strategici, ivi compreso il riconoscimento dello stato d’Israele. Egli, infine, si domandò sarcastico, come un presidente deposto in Egitto , come Morsi, non poteva affatto sostenere questo disegno e questi interessi? Ed è per questo che è stato deposto. Di fronte alle Rivoluzioni arabe, gli occidentali e i loro servizi di Intelligence erano impotenti e hanno capito tutti “che solo le dittature potevano garantire i loro interessi. Nel mondo arabo”.

Nessun commento:

Posta un commento

Hamid Misk, scrittore.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog